Il Moscato Giallo Maeli è Oro per i Francesi

Schermata+2019-03-09+alle+17.53.32.png

Che il Moscato Giallo Maeli vincesse premi e medaglie Internazionali non è una novità, ma questa volta il colpo messo a segno è davvero degno di nota. Protagonista è proprio quel vino che Elisa Dilavanzo, produttrice dei vini Maeli,  paladina del Moscato Giallo dei Colli Euganei, ha voluto a tutti i costi anche contro il parere di esperti enologi da lei interpellati all' inizio per realizzare un Metodo Classico Brut Nature a base di Moscato Giallo 100%.
" dilá" così si chiama il vino,  forse un gioco di parole ( Dilavanzo è il cognome di Elisa), più probabilmente un' allusione al voler andare " dilá" cioè oltre i pregiudizi.
La prima annata di questo insolito spumante, la 2014, non è passata inosservata: l' agenzia Americana Bloomberg lo considera tra i 10 vini migliori del mondo. Nella top ten dei vini icona, tra Champagne, Chassagne Montrachet e Chateaux Margaux, brilla di luce propria " dilá", unico vino italiano su 4000 vini degustati dalla Master of Wine Elin McCoy.
La seconda annata, la 2015, non è da meno: stavolta la medaglia d' oro viene dai francesi, che di spumanti Metodo Classico sono veri intenditori, che lo premiano nel concorso " Gilbert&Gaillard International Challenge 2018".
Una medaglia - dice Elisa - al Moscato Giallo e ai Colli Euganei, dove quest' uva si esprime in modo unico, divenendo un' eccellenza nel panorama vitivinicolo Veneto e Nazionale, di cui il mondo finalmente comuncia ad accorgersi.

Elisa Dilavanzo